#OccupyScampia

Un evento partito da Twitter in seguito alla notizia di un coprifuoco imposto dalla Camorra nel difficile quartiere di Scampia. A notizia smentita, l’evento non sembra intenzionato a fermarsi: continua a crescere. L’appuntamento è per Venerdì 3 Febbraio dalle 17:00, Piazza Giovanni Paolo II.

“Napoli comincia a Scampia” (cit.)


Saviano ha ragione. Ed infatti il “nuovo approccio” alla raccolta differenziata è iniziato (quasi del tutto) proprio dal quartiere diventato, a suo malgrado, sinonimo nazionale ed internazionale di “camorra”.

Rifiuti, oggi comincia
la differenziata a Scampia

Al via la distribuzione dei kit per gli abitanti con le istruzioni e il materiale necessario, tra una decina di giorni la consegna dei contenitori. Il piano nei quartieri complessivamente evidenzia ritardi rispetto alla tabella di marcia stabilita nella prima delibera del Comune, ma la città è pulita rispetto ai giorni dell’emergenza

Porta a porta, scatta l’ora X. Da stamane, secondo il programma del Comune, parte l’operazione di consegna dei cosiddetti kit ai cittadini di Scampìa. Il kit è l’insieme di materiali, dai sacchetti ai depliant illustrativi e alle istruzioni. Comincerà ad arrivare oggi nelle case dei cittadini del quartiere. Si tratta di quelli della seconda fase, perché una fetta di Scampìa era già nel blocco delle aree che la differenziata la fanno dal 2008. La nuova utenza riguarda un’area da 31570 abitanti. Nel dettaglio verranno raggiunte 6863 utenze domestiche e 276 utenze commerciali. Dovranno cominciare da oggi a impraticarsi con l’iride a metà della differenziata, ovvero i quattro colori che costituiscono l’alfabeto del porta a porta: bianco per la carta, giallo per i multimateriali, marrone per l’organico, blu per l’indifferenziato. […]

Fonte: Repubblica.it