Modus Vivendi e Discutibile Giornalismo


Nei pressi di Piazza Bovio è accaduto un fatto abbastanza imbarazzante: un ragazzino, più o meno di 12 anni, ha “sparato”, con una pistola giocattolo, ad un extracomunitario, Willy, noto “artista di strada” del capoluogo, sotto gli occhi divertiti dei clienti del Bar davanti al quale è avvenuto tale episodio.

Chi sia questo bambino, al momento, non ci è dato saperlo. Sarà il figlio di un boss? Un ragazzino irrequieto che si diverte, come tanti suoi coetanei nel mondo, ad usare pistole giocattolo? Matteo Renzi senza travestimento?
Qualunque siano le risposte a queste domande, ciò non toglie che si tratta di un episodio che fa discutere.
Come fa discutere, ancora una volta, l’inusuale metro di giudizio adoperato quando si parla di Napoli, in questo caso tramite il Corriere del Mezzogiorno, principale diffusore della notizia. Dall’articolo, non a sorpresa, il comportamento del ragazzino viene interpretato come una sorta di modus vivendi della città intera mentre, in qualunque altra zona d’Italia, sarebbe stato stigmatizzato il comportamento del singolo.

Continua a leggere

Sì, è successo qualcosa a Piazza Bovio…


Stando alle Statistiche del Blog, un paio di persone sono capitate qui oggi cercando, su Google, “metropolitana piazza bovio“.

Sì, è successo qualcosa. Un furto. La nuova stazione è salva, così come la piazza. Purtroppo anche il ladro sembra stare ancora bene, anche se il suo non richiesto “intervento” ha causato la temporanea sospensione della tratta Dante-Università (Linea 1). Meno male che non siamo Bruxelles, altrimenti sarebbe andata molto peggio.