Qualche “Clan” fa i capricci…

… e questo vuol dire che stiamo andando nella direzione giusta, anche se a rilento. Tramite la pagina di Cleanap, su Facebook, si è subito diffusa la notizia di un incendio doloso che ha danneggiato in modo ingente i nuovi contenitori della raccolta differenziata, nella zona di Salvator Rosa (qualcuno mi corregga, se sto sbagliando). Troppo facile bollare questi episodi come i soliti atti di vandalismo dei Napoletani privi di senso civico: questi sono sabotaggi ed è fin troppo palese che “qualcuno”, che magari da queste crisi rifiuti ci ha guadagnato, cerchi di rimandare in tutti i modi la soluzione del problema. No, non ci riusciranno, ed invitiamo i piromani di turno a stare attenti perché, la prossima volta che bruceranno qualcosa (e lo faranno: è nella loro becera natura), verranno beccati sul fatto e presi a pedate negli stinchi come meritano, quindi occhi aperti…

Prima & Dopo (2) – Operazione San Gennaro: Puliamo il Mondo

Nuovi raid “igienici” avvenuti la mattina del 19 Settembre. A migliorare, stavolta, sono state alcune scalinate monumentali della città, prontamente ripulite da alcuni lodevoli cittadini sulla scia dei vari CleaNap. Eccovi qualche Prima & Dopo, per rendere un po l’idea del lavoro svolto.

Scale di Capodimonte
 

Continua a leggere

Una Pulita a Jannelli


L’indignazione nata dall’emergenza rifiuti continua a dar luogo a raid spontanei di “pulitori”. Ora è la volta di NA..PULI…AMO, evento su Facebook dagli obbiettivi non diversi dal più noto CleaNap. L’obbiettivo, stavolta, è relativamente più “decentrato”: non si tratta di famose piazze e monumenti, ma dei Giardini di Via Gabriele Jannelli, nella zona alta di Napoli.
Se avete intenzione di partecipare, armatevi quindi di scope, palette, piante, piantine e tanta buona volontà.
L’appuntamento è per Venerdì, 23 Settembre, dalle 15:00.

Puliamo il Mondo… anche da Napoli!

Puliamo il Mondo: domani pulizie in piazza a Napoli con CleaNap, Legambiente e tanti altri

Sulla scia del rinnovato entusiasmo partenopeo per una cittadinanza più attiva e concreta, parte la campagna Puliamo il Mondo (16-24 Settembre 2011) a Napoli come a Roma e a Milano.

Edizione italiana del Clean Up the World – volontariato ambientale organizzato – Puliamo il Mondo (PiM) e’ un’iniziativa nazionale che ha le sue radici nel 1993 e si avvale di più’ di 1000 gruppi di volontari  che mirano a rendere le città più vivibili e pulite attraverso azioni sul territorio – coadiuvate volta per volta da enti e associazioni locali.  […]

Leggi il resto su Il Levante Online.
No, sul serio, fallo! 

CleaNap VS Piazza Mercato

Una parte di Piazza Mercato da Palazzo Ottieri

L’ormai noto movimento CleaNap: Piazza Pulita continua a far parlare di sé, in positivo. Per Domenica 18 Settembre (dalle ore 10:00) affronterà un altro “boss” (non di Camorra, mind you), che stavolta ha preso la forma di un luogo molto amato ed importante per Napoli: Piazza Mercato.

Peccato che si sta parlando, senza esagerare, di una enorme cloaca.

I ragazzi di CleaNap, di cui ho stima eterna, dovranno armarsi di qualche bulldozer se hanno davvero intenzione di risistemare quel vero e proprio cesso. Puliranno i due obelischi vituperati e degradati all’ombra del tremendo Palazzo Ottieri, scempio architettonico figlio di Achille Lauro e di -appunto- Pasquale Ottieri (all’epoca assessore all’edilizia al comune), in piena speculazione edilizia; edificio che offende quel capolavoro del Barocco Napoletano che è invece la Chiesa del Carmine, “testimone” silenziosa di questo orrore. Come se non bastasse, la piazza in sé è un completo disastro e, per quanto possa amare Napoli, la sua storia ed il suo fascino, nulla mi fermerà dal dire che Piazza Mercato, per come è ridotta oggi, anche se non ci fosse il palazzaccio citato, risulta essere un posto brutto, ma brutto-brutto, circondato da edifici (anche antichi) e vicoli semi-distrutti e sventrati, sporchi e degradati, il tutto abbandonato a numerosi atti vandalici (come gli obelischi dalle sfingi decapitate!).

Continua a leggere

Un po di CLEANAP!


Un’iniziativa degna di lode quella organizzata dai un gruppo sempre più vasto di ragazzi (e non solo). Appena dopo la vittoria di De Magistris ed alla vigilia di quella che sarebbe stata la ricaduta più terribile dell’emergenza rifiuti, Napoli aveva cominciato a dar vita a movimenti spontanei per “ripulirsi” dal degrado che attanaglia ancora oggi molti dei suoi luoghi più caratteristici. Erano partiti dal colonnato di San Francesco di Paola a Piazza del Plebiscito. Sono passati per Piazza Bellini ed in una calda mattinata domenicale, il 26 Giugno, hanno ripulito le due piazzette sui cui si affaccia Palazzo Giusso (sede centrale dell’Orientale): Largo San Giovanni e Largo Banchi Nuovi. Il movimento è noto con il nome di CLEANAP, gioco di parole abbastanza palese tra la lingua Inglese ed il nome della nostra città.

Un “bravo!” a tutti quelli che hanno partecipato!
Questa è la Napoli che ci piace.
Questa è la Napoli vera, benché si voglia far credere il contrario!

Continua a leggere