Silvius Ex Machina

Immondizia sul Rettifilo

Rettifilo - 22 Giugno 2011

Dopo un inizio non perfettissimo, ma almeno promettente, la Napoli di De Magistris ha avuto, in pochi giorni, una tremenda “ricaduta” sul fronte dell’emergenza rifiuti. I cittadini protestano, la provincia si dissocia e l’ex-magistrato grida al complotto camorristico-berlusconiano.

E quindi?
Diciamo che Napoli continua ad essere la “valvola di sfogo” della nazione, unico ruolo che, per la gioia della “cricca”, svolge ancora correttamente.

La Lega Nord e Silvio Berlusconi sono in un momento di netta decadenza politica: gli elettori di entrambi cominciano a schifarsi pesantemente; la loro popolarità cala a picco; la recente batosta delle amministrative e del referendum di certo non li ha aiutati a risollevarsi.

Continua a leggere

Annunci

Lupi: “Caldoro non ha fatto un ca**o”

Click sull'immagine per guardare il fuori onda.

Lupi, in un fuori onda rivelato da Striscia la Notizia, definisce Napoli “una città veramente esasperata” e teme (visibilmente) una vittoria di De Magistris, anche perché (perfino) a suo dire, Caldoro, l’attuale governatore della Campania, non avrebbe fatto un ca**o. Il politico si riferisce probabilmente più alla partecipazione nella campagna elettorale che al suo primo anno alla guida delle Regione, ma è innegabile che il successore di Bassolino stia peggiorando i problemi attuali e distruggendo quel poco di buono che si era fatto. Dalla padella alla brace, insomma.

Prossima Napoli

Trianon
Prossima Italia
, un’iniziativa che si descrive come “un movimento di persone che vogliono contribuire all’innovazione della politica, attraverso l’uso di mezzi, linguaggi e modelli di partecipazione nuovi”, si fermerà anche a Napoli, organizzando un incontro nel cuore del centro storico, al Teatro Trianon di Forcella. L’evento vedrà anche la partecipazione del candidato a sindaco Morcone, che ha subito promosso l’iniziativa, definendosi un “rottamatore” insieme ai membri del movimento. Il tutto si svolgerà il 2 Aprile (Sabato), dalle 9:30 in poi. Mi toccherà andare a letto molto presto, la sera prima.

Per chi non lo sapesse, Prossima Italia è “a lavoro” da un bel po di tempo ormai, ed ha già effettuato moltissime “fermate” in tutta Italia. Vi invito a visitare il loro sito ufficiale per maggiori informazioni, se la cosa vi interessa.

Continua a leggere

Pasqua: Risorgono i Rifiuti

Pasqua

Si potrebbe gridare alla cospirazione, perché qualcosa non torna. Nessuno è in grado di risolvere la crisi dei rifiuti Napoletana. I bradipi e gli incompetenti di Palazzo San Giacomo, di questo passo, condanneranno anche tutta la provincia ad affogare in un mare di immondizia. E, come se non bastasse, la crisi tocca i suoi apici proprio durante festività “chiave” per il turismo. Prima era Natale, adesso Pasqua, che si preannuncia addirittura più grave e quindi vergognosa.

«La situazione — commenta l’assessore comunale all’Igiene pubblica, Paolo Giacomelli — è molto preoccupante. La città smaltisce ogni giorno meno di quanto produce. Ieri, ad esempio avevamo autorizzato a conferire 100 tonnellate a Battipaglia, ma i nove compattatori sono tornati indietro perchè l’impianto non è stato in grado di accoglierli. Altre 500 tonnellate di rifiuti erano dirette all’impianto di Giugliano e di queste ne abbiamo potuto conferire solo 385 perchè gli impianti non riescono ad assorbire la grande quantità di rifiuti prodotti dalla provincia, in particolare hanno problemi a lavorare la frazione secca. Se non si fa ripartire l’impianto di Caivano in maniera stabile — è la previsione che fa Giacomelli — fermo da un paio di mesi, c’è il rischio nei prossimi giorni, proprio per le festività pasquali, di una emergenza ancora più grave di quella di Natale»

Funiculì Funiculà! Ma Anche No…

stazione cook

La stazione nel 2008, appena restaurata.

Fu il primo impianto del genere al mondo a risalire un vulcano attivo. Ispirò la celeberrima canzone che da il titolo a questo post. La funicolare vesuviana rappresentava un’opera avveniristica e di grande rilevanza turistica, ma inevitabilmente costosa da costruire e mantenere, tenendo presente anche la diversa attività -più frequente- che caratterizzava il Vesuvio di quell’epoca.

In una storia costellata da alti e bassi, l’ultimo impianto di risalita, una seggiovia, venne chiuso definitivamente nel 1984 per alcuni disagi “naturali”, dopo circa 30 anni di onorato servizio e 100.000 (fortunati) passeggeri.

Continua a leggere

Brutti Rifiuti

immondizia

Una vecchia immagine dell'emergenza, lungi comunque dall'essere risolta.

Quello dell’immondizia è diventato ormai il problema simbolo di Napoli, più massacrante e distruttore d’autostima di uno scippatore o di un neomelodico, perché la “monnezza” rappresenta il livello massimo d’indifferenza e di degrado, gettando vergogna e schifo sulle indiscusse bellezze che costellano la Campania tutta. E’ un problema che s’intreccia cordialmente con la camorra, la quale è già stata molto utile sversando liquami di dubbia natura sotto le nostre campagne. E gli effetti si vedono.

Continua a leggere

Raccolta Porta a Porta

rifiuti

L’Emergenza Rifiuti in Campania a Napoli sembra ormai un evento stabile. I babbuini di Palazzo San Giacomo si scambiano (si spera) idee con il bradipo a capo della Regione, ma nessuno sembra riuscire a risolvere questa situazione che rovina l’immagine di una delle città più belle d’Italia. La questione dei rifiuti è un ambiente che entra spesso in contrasto con interessi “di terzi”, tra cui ovviamente lei, la Camorra, che aiuta anche le imprese del Nord a scaricare non-si-sa-nemmeno-cosa sotto le nostre campagne.

La raccolta differenziata, che rappresenterebbe almeno un primo passo contro questo problema vergognoso, a Napoli, non supera il 20%, mentre succede il contrario in molti comuni della provincia e della Campania tutta. Tra gli altri capoluoghi, il più virtuoso risulta ancora Salerno (41%).

Continua a leggere