A Pezzi anche il Cimitero delle Fontanelle

FontanelleLa storia di Napoli a rischio crolli. Dopo il cedimento avvenuto, alcuni giorni fa, a Sant’Agostino alla Zecca, anche Il Cimitero delle Fontanelle, un luogo sacro, misterioso ed unico, è stato immediatamente chiuso alle visite (turistiche e non) dopo che un grosso masso si è staccato dall’alto, sotto gli “occhi” delle innumerevoli anime pezzentelle che popolano questo cimitero.

[…] Per evitare questo problema sarebbe bastato un controllo costante da parte di esperti. Io proposi la mia consulenza, gratuita. Nessuno ha mai risposto alla mia offerta”. Albertini lancia poi un allarme: “Temo che i cedimenti siano destinati a proseguire. Potrebbe essere il primo segnale della fine di quel luogo storico”. […]

Annunci

Un Napoletano di 1500 Anni

scheletro

Nuovo ritrovamento (avvenuto il 7 Aprile), stavolta molto singolare, dovuto agli scavi per la metropolitana. Napoli è una città antichissima e, come tale, “stratificata”. Reperti, mura, navi ed adesso anche “antenati”. L’immensa (e sottovalutata) ricchezza di una delle capitali del Mediterraneo.

NAPOLI – Grande curiosità ha suscitato oggi a Napoli il ritrovamento – durante i lavori di scavo per la realizzazione della linea «1» della metropolitana di Napoli – di uno scheletro, probabilmente risalente al V o VI secolo dopo Cristo. La scoperta è stata fatta in un cantiere dove si stanno realizzando le camere di ventilazione della metropolitana. […]

Cade a Pezzi Sant’Agostino alla Zecca

Campanile e "frammenti"Ecco come la natura ha la meglio sulla Napoli vittima dell’incuria. Gran parte del nostro patrimonio storico versa in condizioni pietose e la chiesa di Sant’Agostino alla Zecca, bellissima testimonianza architettonica nel nostro centro antico, nascosta in uno strettissimo (ed ora indegno) vicoletto di Forcella, è forse uno dei simboli indiscussi di questo più volte denunciato degrado. Ieri, dal campanile di questo “tempio” dalle dimensioni notevoli (uno dei più grandi di Napoli), si è staccato un grosso pezzo di piperno, frantumandosi in più pezzi al contatto con il suolo, fortunatamente senza causare danni a persone.

Continua a leggere

Ravello Hi-Tech

Villa RufoloA Ravello, l’alta tecnologia varca la soglia di una delle ville più magiche e meravigliose del mondo. Villa Rufolo, insieme a Villa Cimbrone, è una vera e propria perla della Costiera Amalfitana, e la stessa Ravello è di una bellezza indescrivibile. Alla presenza del Ministro Brunetta, l’inaugurazione di un nuovo sistema di telecontrollo ed assistenza. L’iniziativa è stata voluta anche a scopo turistico-culturale, in quanto i possessori di I-Phone o altri tipi di smartphone potranno collegarsi alla nuova rete diffusa nella villa per ottenere ulteriori informazioni, guide ed itinerari.

[…] Ma non e’ tutto, perche’ con un semplice smartphone, oltre a seguire la mappa del monumento, si potranno visionare le gallerie fotografiche o accedere ai contenuti multimediali tra cui spiccano i concerti del Ravello Festival.

Riaprite la Floridiana!

Grande partecipazione per manifestare, come annunciato alcuni giorni fa, contro la chiusura di un parco storico di Napoli, la Floridiana. Vi invito a visitare il blog di uno dei principali organizzatori, Angelo Forgione.

Al Buio per la Terra

Earth Hour

Luci si spengono in tutto il mondo per l’Earth Hour, iniziativa voluta dal WWF a favore della sostenibilità e contro i cambiamenti climatici. I monumenti simbolo di moltissime città rimarranno al buio per l’occasione, in base al proprio fuso orario; e mentre Parigi staccherà la spina alla sua Tour Eiffel, l’Italia non sarà da meno, oscurando piazze a castelli da Milano a Siracusa.

Gli eventi centrali per l’Italia saranno a Roma, in piazza Navona – con lo spegnimento della fontana dei quattro fiumi. A Milano, invece, piazza Duomo si spegne quest’anno per la prima volta. Ma iniziative speciali sono state organizzate in molte altre città: si spegneranno infatti Ponte Vecchio e Palazzo Vecchio a Firenze, così come il Pirellone e il Castello Sforzesco a Milano, la Torre di Pisa, piazza del Campo a Siena, il Maschio Angioino di Napoli, le torri a Bologna, la basilica di Superga a Torino, piazza Pretoria a Palermo, la piazza del Duomo di Siracusa, la fortezza Albornoz di Urbino, la cattedrale e il castello di Federico II a Lucera.

L’iniziativa vede anche il sostegno di Francesco Totti, entusiasta capitano della Roma, che per l’occasione farà oscurare il suo sito internet.

Funiculì Funiculà! Ma Anche No…

stazione cook

La stazione nel 2008, appena restaurata.

Fu il primo impianto del genere al mondo a risalire un vulcano attivo. Ispirò la celeberrima canzone che da il titolo a questo post. La funicolare vesuviana rappresentava un’opera avveniristica e di grande rilevanza turistica, ma inevitabilmente costosa da costruire e mantenere, tenendo presente anche la diversa attività -più frequente- che caratterizzava il Vesuvio di quell’epoca.

In una storia costellata da alti e bassi, l’ultimo impianto di risalita, una seggiovia, venne chiuso definitivamente nel 1984 per alcuni disagi “naturali”, dopo circa 30 anni di onorato servizio e 100.000 (fortunati) passeggeri.

Continua a leggere